Dott.ssa Silvia Viganò

STUDIO DI PSICOLOGIA E PSICOTERAPIA

 

Convenzionato
Amica CARD

tessara amica

 

 

articoli

"Qui di seguito è possibile consultare articoli con novità e notizie di interesse per il campo della psicologia e psicoterapia."
Buona consultazione.
Dott.ssa Silvia Viganò

 

ARTICOLI

Se volete trovare l'elenco aggiornato con gli ultimi altri articoli interessanti è possibile seguire il profilo facebook mediante il link qui di seguito:

fb


Bramanti

Avere un animale per amico

Avere un animale per amico, aiuta il bambino a esprimere l'immenso bisogno che ha di dare e ricevere amore.

Inoltre, accudire un animale permette di sviluppare un forte senso di responsabilità anche nel bambino di pochi anni. Tra loro nasce una certa complicità, e anche se qualche volta il bambino fa qualche piccolo dispetto, l'animale, in genere, si dimostra molto tollerante, perchè avverte che nel piccolo non c'è alcuna intenzione di fargli del male.

Vivere con un cucciolo aiuta il bambino ad adattarsi a ritmi ed esigenze diverse dalle proprie. Per esempio, inizia a comprendere che esistono modi diversi per manifestare e ricevere affetto, come ascoltare le fusa del gatto o accarezzare il pelo del cane.

Abitare con un animale consente al piccolo di affrontare in modo naturale i grandi temi della vita: la nascita, l'accoppiamento, la sofferenza e la morte, spesso rimossi dal mondo degli adulti. In queste situazioni è importante che i genitori siano solidali con il dolore del piccolo, aiutandolo a capire che la morte lo ha separato da lui solo materialmente, ma non nel ricordo. Solo così, in seguito, il bambino potrà amare un nuovo cucciolo.

Ci sono situazioni familiari, come la nascita di un fratellino, in cui il bambino prova un senso di esclusione. in questo caso potersi occupare di un gatto o di un cane, aiuta il piccolo a superare la gelosia per il nuovo nato.


Bramanti

Somewhere Over The Rainbow

Da qualche parte sopra l'arcobaleno 
proprio lassù, ci sono i sogni che hai fatto 
una volta durante la ninna nanna 
da qualche parte sopra l'arcobaleno 
volano uccelli blu e i sogni che hai fatto, 
i sogni diventano davvero realtà

un giorno esprimerò un desiderio 
su una stella cadente 
mi sveglierò quando le nuvole 
saranno lontane dietro di me 
dove i problemi si fondono come gocce di limone 
lassù in alto, sulle cime dei camini 
è proprio lì che mi troverai 
da qualche parte sopra l'arcobaleno 
volano uccelli blu e i sogni che hai osato fare, 
oh perchè, perchè non posso io?

Beh vedo gli alberi del prato e 
anche le rose rosse 
le guarderò mentre fioriscono 
per me e per te 
e penso tra me e me 
"che mondo meraviglioso!"

Beh vedo cieli blu e nuvole bianche 
e la luminosità del giorno 
mi piace il buio e penso tra me e me 
"che mondo meraviglioso!"

I colori dell'arcobaleno così belli nel cielo 
sono anche sui visi delle persone che passano 
vedo degli amici che salutano 
dicono "come stai?" 
in realtà stanno dicendo "ti voglio bene" 
ascolto i pianti dei bambini 
e li vedo crescere 
impareranno molto di più 
di quello che sapremo 
e penso tra me e me 
"che mondo meraviglioso!"


Bramanti

PSICOLETTURE

L'esperienza personale dello psicologo V. Frankl nei campi di concentramento, le sue riflessioni sulla sofferenza umana e sulla capacità dell'individuo di far fronte agli eventi critici della vita.
" CHI HA UN PERCHE' PER VIVERE, PUO' SOPPORTARE QUASI OGNI COME"


Bramanti

PSICOLOGIA PSICOSOMATICA

LA MALATTIA

La malattia entra nelle vite delle persone spezzando uno schema esistenziale, una quotidianità, portando l’individuo a doversi confrontare con una situazione critica: il modo di vedere se stessi e la realtà muta così come la gerarchia di valori. La medicina psicosomatica, grazie a studi ormai comprovati, vede nella comparsa della malattia e dei suoi sintomi qualcosa di non casuale ma dotato di senso, senso a volte difficile da comprendere altre volte più evidente; la malattia può quindi costituire un messaggio, una possibilità, un’opportunità di cambiamento. Come comportarsi allora? Il riconoscimento e la cura medica tempestiva sono passi fondamentali, altrettanto utile è l’aiuto di uno psicoterapeuta psicosomatico che mentre aiuta l’individuo ad accettare la malattia, decifra il messaggio inconscio che risiede in essa.


Bramanti

Da " La danza delle grandi madri"

Per tutte le figlie intelligenti, ignare, erranti, saccenti, per le figlie che corrono su un rettilineo o procedono a sbalzi ...
per quelle che stanno imparando a ridere di gusto .. per quelle che, integre, guarite o meno, di qualsiasi classe, clan, oceano o stella .. per tutte le figlie che hanno ereditato un dono di amore dalle amate ave scomparse, che tuttora fanno loro visita .. per tutte le figlie che hanno udito casualmente parole di saggezza destinate ad altre orecchie, ma quelle “parole giuste al momento giusto” hanno acceso una scintilla che da allora ha illuminato il loro mondo .. per tutte le figlie che hanno sentito la saggezza, non l’hanno compresa, l’hanno riposta per il giorno in cui avrebbero capito .. per le figlie che remano da sole e per necessità hanno dovuto scegliere le loro anziane donne in libri preziosi, in immagini illuminanti create dal cinema, dalla pittura, dalla scultura, dalla musica e dalla danza .. per le figlie che assimilano buon senso e atteggiamenti opportuni da spiriti di saggezza evanescenti e rozzi che compaiono nei sogni della notte .. per le figlie che stanno imparando ad ascoltare la vecchia donna saggia della psiche, l’irreale senso interiore di limpidezza, ascolto, percezione e interpretazione intuitiva .. per le figlie che sanno che questa fonte di saggezza è come la ciotola magica di porridge della favola, che non si esaurisce mai qualunque quantità ne sia versata per loro .. Benedette siano tutte le loro bellezze, sofferenze e ricerche; possano ricordare sempre che le domande non trovano risposta finché non si esplorano entrambi i modi di vedere: LINEARE ED INTERIORE"


Bramanti

PSICOLOGIA PSICOSOMATICA

CEFALEA “UN INGORGO DI PENSIERI”

Da un punto di vista psicologico, coloro che soffrono spesso di cefalea sono persone che si muovono nel mondo basandosi principalmente su un approccio mentale; sentire la testa pesante indica infatti un sovraccarico di pensieri e preoccupazioni. Proprio con il pensiero, infatti, il cefalalgico tenta di controllare e dominare la sua natura passionale ed emotiva. Emozioni e sentimenti andrebbero indagati a fondo per poter essere elaborati ed espressi in modo tale da diminuire il carico che grava sulla testa.


Bramanti

DIRITTI DELL'INFANZIA

20 NOVEMBRE

Il 20 NOVEMBRE si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
La data ricorda il giorno in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
Sono oltre 190 i Paesi nel mondo che hanno ratificato la Convenzione. In Italia la sua ratifica è avvenuta nel 1991. 
Nonostante vi sia un generale consenso sull'importanza dei diritti dei più piccoli. Ancora oggi molti bambini e adolescenti, anche nel nostro Paese, sono vittime di violenze o abusi, discriminati, emarginati o vivono in condizioni di grave trascuratezza.


Bramanti

L’INCONSCIO

“UN MARE SCONOSCIUTO CHE ABBIAMO DENTRO”

L’inconscio domina una grande parte della vita dell’individuo; molti modi di agire, di pensare, di provare sentimenti sono determinati da schemi, immagini, paure di cui spesso si è inconsapevoli. Pensare di controllare tutto è una misera illusione. Se la coscienza non sa niente, spesso si può trovare vittima di azioni non consapevoli, non libere. Ad esempio, una persona che soffre di CLAUSTROFOBIA non riesce a prendere l’ascensore ma sale le scale a piedi, egli non sa il vero motivo di questo suo comportamento poiché è dominato da una paura inconscia.
Non c’è nulla di più affascinante e utile che la conoscenza del proprio mondo inconscio.


Bramanti

PSICOLETTURE

LE GRANDI DOTI DELLA PSICHE FEMMINILE

Le grandi doti paradossali sono, essere saggia e acquisire di continuo nuovi insegnamenti; essere ricolma di spontaneità e affidabilità; essere selvaggiamente creativa e risoluta; essere audace e accorta; proteggere la tradizione ed essere originale. Spero ti accorga che queste caratteristiche ti appartengono tutte in una misura o nell'altra, come potenziali, realizzate a metà o formate pressoché del tutto.


Bramanti

PSICOLOGIA E PSICOSOMATICA

DERMATITE – ECZEMA “LE EMOZIONI DI FUOCO RISALGONO IN SUPERFICIE”

Dal punto di vista psicosomatico le dermatiti e gli eczemi nell’adulto indicano la presenza di emozioni, energie profonde che vorrebbero emergere (energie legate alla creatività, alla sessualità, all’intimità…) ma non riescono a manifestarsi in modo sano (a causa della paura, timidezza, senso di inadeguatezza o senso di colpa..); simbolicamente allora tali energie si sfogano sulla pelle; qui esse, da un lato hanno modo di affiorare e di farsi vedere, dall’altro testimoniano con l’infiammazione il conflitto presente a livello psichico: vorrebbero potersi esprimere ma qualcosa le blocca. Interessante sarebbe poter riconoscere, identificare e fare esprimere in modo sano queste emozioni in modo tale da liberare la quota energetica ad essa associata e migliorare la qualità della vita.


Bramanti

PSICOCURIOSITA’

SONNO E POSIZIONI “NELL’INCOSCIENZA NOTTURNA NON VI SONO SEGRETI”

POSIZIONE FETALE (rannicchiati su se stessi) indica un profondo bisogno di protezione, caratterizza la persona emotiva che mima la posizione del feto nel grembo materno, un modo per raccogliersi su se stessi e per isolarsi dal mondo esterno. SUPINI (corpo allineato e mani appoggiate sul petto) questa posizione rivela una personalità rigida che ha difficoltà ad abbandonare il controllo soprattutto delle proprie emozioni A STELLA (con braccia e gambe distesi) proprio delle persone sicure di sé, razionali ed estroverse; nei bambini esprime la fiducia nel mondo data da un rapporto positivo con i genitori. ABBRACCIARE IL CUSCINO rivela un significativo bisogno di affetto e di relazione con gli altri, posizione tipica nei bambini dove il cuscino sostituisce l’oggetto transazionale da portare con sé nel mondo dei sogni per sentirsi sicuri. RESPINGERE IL CUSCINO tipico delle persone anticonformiste che hanno bisogno di ampi spazi e libertà e che mal sopportano limiti e regole.


Bramanti

PSICOLOGIA PSICOSOMATICA

OBESITA’ “L’ ENERGIA INTRAPPOLATA NEL CORPO”

In un’ottica psicosomatica il grasso in eccesso di soggetti in forte sovrappeso rappresenta il tentativo inconscio di difendersi dai traumi della vita, la persona ha affrontato diverse sofferenze così, l’adipe, diventata simbolicamente uno scudo con il quale difendersi da futuri eventi negativi. Questa auto-protezione avviene anche sul piano estetico, non solo la persona mette una barriera tra sé e l’altro, ma assumendo una forma meno attraente scoraggia i temuti, benchè desiderati, rapporti sentimentali. L’obesità è una patologia collettiva del nostro tempo, il talento personale “ristagna” compresso nell’individuo, perché non favorire allora il fluire di tutta questa energia? Dietologo e psicologo le possibili soluzioni.


Bramanti

PSICOLOGIA PSICOSOMATICA

ALOPECIA

In un’ottica psicosomatica l’alopecia rappresenta la perdita di una parte importante della propria identità; spesso nell’adulto può presentarsi dopo l’aver vissuto un’esperienza traumatica sul piano degli affetti. A seconda della grandezza dell’area colpita avremo a che fare con un problema relativo ad un ambito specifico (quando la perdita di peli e/o capelli riguarda una piccola zona) oppure con una problematica che coinvolge più aspetti della vita in cui l’individuo vive un senso di perdita più profondo (quando la perdita di peli e/o capelli è totale). Per identificare e recuperare sul piano simbolico questa “parte perduta” risulta efficace nonché consigliata una terapia psicologica.


Bramanti

PSICOLOGIA PSICOSOMATICA

PSORIASI “CORAZZA DELLE EMOZIONI”

In un’ottica psicosomatica la psoriasi rappresenta la difficoltà di comunicare le proprie emozioni; nelle zone colpite del corpo, infatti, la cute si presenta ispessita e ricoperta da squame che non consentono alla pelle di effettuare scambi con l’esterno. Sul piano simbolico questa manifestazione ha un preciso significato: la persona ha delle parti di sé molto fragili e su queste mette una sorta di “corazza” per difendersi dagli scambi emotivi con il mondo esterno poichè percepiti come troppo pericolosi. Ciclicamente la corazza si riduce e lascia spazio ad un eritema che brucia e prude e che, sul piano psicologico, rappresenta la forza dell’emozione che tenta di farsi strada fra le difese che la persona ha messo tra sé e il mondo. In alcuni casi, dopo un’attenta consultazione medica, risulta efficace nonché consigliata una terapia psicologica.


Levi

ATTACCHI DI PANICO

SAPERE E' POTERE

Gli attacchi di panico sono ripetuti e brevi episodi di angoscia acuta che si manifestano in modo improvviso e senza un’apparente causa. I sintomi somatici principali sono la tachicardia, una forte sudorazione, senso di svenimento e una morsa al torace; a questi sintomi del corpo si aggiungono quelli psicologici come la paura improvvisa di morire, di perdere il controllo, di sentirsi estranei a se stessi e alla realtà.

PERCHE' INSORGE UN ATTACCO DI PANICO?

Qualcosa di importante dentro la persona è stato soffocato, non ascoltato e attraverso l’attacco di panico questo “qualcosa” tenta di uscire, di fare sentire la propria voce. Proprio per questo motivo l’intervento tempestivo dello psicologo risulta fondamentale: egli può aiutare l'individuo ad ascoltare e decifrare il proprio mondo interiore al fine di ritrovare un nuovo l’equilibrio.


jung

APATIA.

SAPERE E' POTERE.

Dal greco “assenza di passioni”, l’apatia in psicologia viene intesa come uno stato di indifferenza verso situazioni che normalmente dovrebbero suscitare coinvolgimento ed interesse. E’ frequente nella depressione, può però manifestarsi temporaneamente in individui sani che stanno vivendo una situazione frustrante, stato di ansia o evento critico: la mente non sa più tollerare la situazione dolorosa e si difende dalla sofferenza con l’apatia: il dolore diminuisce ma con esso spariscono anche il desiderio e il piacere per la vita. E’ importante riconoscere e affrontare questo sintomo che, se trascurato, può trasformarsi in una grave depressione.


ghandi

LA RIVISTA SCIENTIFICA “NATURE” IN DIFESA DELLE TERAPIE PSICOLOGICHE, A VOLTE PIU’ VALIDE DEI FARMACI.

Una delle più autorevoli testate scientifiche spezza una lancia a favore dei trattamenti psicologici: la letteratura è piena di ricerche che stanno ad indicare che, in alcuni casi, LE TERAPIE PSICOLOGICHE SONO PIU’ EFFICACI DEI FARMACI E’ PIU’ CAPACI DI PREVENIRE LE RICADUTE. Come mai allora si tende a sovrastimare l’efficacia del farmaco a dispetto di quella dello psicologo? La risposta è semplice: a differenza di quelle farmacologiche, le terapie psicologiche non hanno finanziatori multimilionari mossi dall’interesse di lanciarle sul mercato, EPPURE PER MOLTI PAZIENTI LE TERAPIE PSICOLOGICHE POSSONO DAVVERO FARE LA DIFFERENZA.

PSICOLOGIA VIGANO'
Per ritrovare serenità e benessere

Chiama ora per fissare il tuo primo appuntamento
al numero 339 38 91 242 - Dott.ssa Silvia Viganò
.

Oppure compila il form seguente per ottenere ulteriori informazioni

Dott.ssa Silvia Viganò | Psicologo - Psicoterapeuta
Via Maurizio Macciantelli, N° 20, CAP 20834, Nova Milanese , Monza e Brianza.
Mail: silviavi@alice.it - Tel: 339/3891242 -P.IVA 0776903096

facebook g+linkedin

Psicologo Psicoterapeuta Monza